<pre id="xxtv5"></pre>

    <pre id="xxtv5"></pre>

          ׸÷

           
          eventi kiwido italia (it) - international (en) rassegna stampa kiwido
          kiwidomediabookshop
           
             

          >
           

          Aprilia (Lt), 14/11/2010

          Prove aperte Right On! + Seize the Time ad Aprilia

          ore 19:00: Ex-Mattatoio, Via Cattaneo 2

           

          Domenica 14 Novembre ore 19
          all'ExMattatoio di Aprilia

          PROVE APERTE

          della prima produzione teatrale kiwido!

          kiwido presenta

          RIGHT ON! ALL POWER TO THE PEOPLE

          uno spettacolo liberamente tratto dal libro e dvd Seize the Time


          con Gamey Guilavogui


          regia Federico Carra


          testi
          Black Panthers
          Antonello Branca
          Elaine Brown
          Jean Genet
          Nobuko Miyamoto
          Italo Moscati

          video
          Antonello Branca
          Roberto Nanni

          musiche
          Elaine Brown

          collaborazione
          ai testi
          Marco Dotti
          Roberto Nanni

          adattamento
          Federico Carra

           booking info]at[kiwido

          produzione kiwido

           

          Era il 68 e lʼAmerica stava combattendo due guerre: una in Vietnam e una in casa. Gli studenti mettevano in discussione il sistema resistendo alla leva militare e marciando contro la guerra, le donne tessendo la loro sorellanza e chiedendo uguali diritti, Cesar Chavez organizzando i braccianti e il boicottaggio dellʼuva, i nativi americani occupando lʼisola di Alcatraz, i giovani “accendendosi e liberandosi”, mentre la musica suonava la ribellione a tutto volume.
          Nessun gruppo, però, attrasse il furore del governo americano come il Black Panther Party. Lʼeredità di Malcom X, lʼimmagine militante delle Pantere in cuoio e cappello neri, armate del Libretto Rosso e della teoria Marxista-Leninista, i fucili per difendersi e il Programma in dieci punti, fecero di loro i protagonisti di questa fase rivoluzionaria.
          Quando il capo dellʼFBI definì il Partito come “la più grande minaccia alla sicurezza interna degli Stati Uniti” non lo fece certo a causa dei fucili, ma a causa dei sentimenti che le Pantere stavano risvegliando nel cuore e nelle menti di milioni di neri e di persone povere e oppresse.
          Le loro sedi furono assalite dalla polizia in tutto il paese. I leader Huey P. Newton, Bobby Seale e Geronimo furono arrestati, Bunchy Carter, Fred Hampton e altri direttamente assassinati.
          ll Partito è stato schiacciato dal peso degli assalti del governo. Le condizioni di oppressione sono rimaste: gli Stati Uniti sono tuttora coinvolti in guerre di aggressione, la povertà travolge il paese, milioni di persone vivono ai margini dellʼesistenza. Il tasso di mortalità infantile dei bambini neri è due volte quello dei bianchi. Il tasso di morte per cancro tra i neri è doppio o triplo di quello dei bianchi. I neri hanno il tasso più alto di “senza tetto”, il più alto tasso di disoccupazione e i più bassi livelli di scolarizzazione.
          Un sogno di tempi migliori non ancora compiuti che torna spesso a trasformarsi in un incubo. E non solo in America.

          a seguire, alle 21,

          Presentazione e proiezione di Seize the Time

           

          SEIZE THE TIME (afferra il tempo) di Antonello Branca

          Film cult degli anni 70 sul movimento delle Pantere Nere, il lungometraggio è stato realizzato negli Stati Uniti seguendo dall'interno il lavoro del Black Panther Party. Il titolo è ispirato alla canzone omonima di Elaine Brown, allora "Deputy Minister of Information" del Black Panther Party, che partecipa al film.
          Antonello Branca costruisce l'impianto narrativo fondendo insieme con estrema abilità i canoni del cinema di finzione e del cinema documentario. Un solo attore professionista, Norman Jacobs, si muove tra visioni pop-simboliche dell' imperialismo a stelle e strisce contrapposte a visioni della realtà: rastrellamenti, manifestazioni studentesche, esercitazioni della guardia nazionale, testimonianze dirette. Un'America dove i neri, e le "pantere" in particolare, vengono assassinati a sangue freddo secondo un preciso disegno repressivo.

          Il Dvd contiene anche What's Happening?, ritratto irriverente dell'America degli anni '60 visti attraverso l'esperienza degli artisti della Beat Generation e della Pop Art. L'America della guerra del Vietnam, solcata da contraddizioni e tensioni sociali dirompenti ma potenzialmente satura di aspettative per il futuro. Con: Andy Warhol, Allen Ginsberg, Roy Lichtenstein, Robert Rauschenberg, Gregory Corso, Fred Mogubgub, Marie Benois e il collezionista Leon Kraushar.

          Nel libro una galleria inedita di fotografie originali e interventi di Elaine Brown, Nobuko Miyamoto, Antonello Branca e Italo Moscati.


          > scheda dvd e trailer

          > scheda antonello branca

          > ACQUISTA SU KIWIDO MEDIA BOOKSHOP: OFFERTE SPECIALI OTTOBRE 2010

           

          "Un prezioso documento riproposto da Federico Carra in una curata edizione critica restaurata. Un ottimo strumento d'analisi sul razzismo nella società moderna. Ciò di cui abbiamo bisogno."
          Giuliano Santoro - Carta

          "La Kiwido sta facendo delle cose molto belle: Antonello Branca è stato un precursore. Un dvd bellissimo accompagnato da un libro preziosissimo, una edizione meravigliosa!"
          Hollywood Party - Rai Radio 3

          "Uno dei film più interessanti e belli sul Black Panther Party. Girato in assoluta libertà, cogliendo lo spirito del momento, il film ha dei momenti davvero straordinari... Di grande valore cinematografico e storico."
          Dario Zonta - l'Unità

          "Il documento è notevole, sia perché racconta un pezzo di storia delle Pantere Nere vista dall'interno, sia perché nella forma e nella sostanza mostra il modo di fare attivismo politico e cinematografico di allora. E non è come vedere Sean Penn che fa una particina da occhi lucidi."
          Matteo Bordone - Rolling Stone

          "Un’operazione culturale che ha il merito di riportare alla luce un film dimenticato da gran parte delle “storie” del cinema italiano, ma soprattutto di far tornare la memoria su di un cineasta dannatamente sottovalutato."
          Alessio Galbiati - Rapporto Confidenziale

             

           

           

           

           

           

          ׸÷